Abbandoni i rifiuti? Sei tre volte “mona” è il nuovo cartello di Veggiano

83
cartello veggiano
foto: La Tribuna di Treviso

Chi abbandona i rifiuti, oltre ad essere incivile è tre volte mona. E’ l’originale cartello posto nell’area naturalistica di Veggiano.

Veggiano-In Veneto la parola dialettale “mona” significa, scemo, idiota, inebetito, insomma un mix di cose per definire una persona poco sveglia e altrettanto poco furba.

Accanto agli argini del fiume Tesina, lungo l’area naturalistica di Veggiano, a ogni chilometro circa, sono stati posizionati dei cestini, ma questo non è bastato a far desistere gli incivili dal fare un passo in più per gettare cartine, bottigliette e lattine nel posto giusto. Come spesso accade, strada facendo, a terra si trova di tutto e così al Consigliere comunale Nicola Zordan, è venuta una bella idea e ha fatto installare un cartello che spiega anche il perchè chi getta i rifiuti a terra è un “mona”:

  1. perché potrebbe lasciarli davanti a casa perchè a Veggiano li raccolgono porta a porta,
  2. perchè la tassa dei rifiuti la paga comunque
  3. perchè potrebbe godersi un’esistenza più salutare in un ambiente migliore.

Cartelli simili erano stati messi lungo le rive dell’Adige a Badia Polesine, in provincia di Rovigo e quindi Zordan li ha proposti all’amministrazione, che ha subito accolto l’idea. I cartelli con l’originale ammonimento, sono stati così installati insieme a quelli che riportano le disposizioni di legge e i divieti.

 

LASCIA UN COMMENTO