Ping Pong, il cane eroe che ha salvato un neonato seppellito vivo dalla giovane madre

Il cane eroe dopo aver annusato la terra, ha scoperto che c'era  un neonato che seppellito vivo da sua madre di soli 15 anni.

647

Il cane eroe si chiama Ping Pong e vive con il suo proprietario, un pastore del comune di Tha Talat a Korat, in Thailandia. Il fatto è accaduto mercoledì scorso, quando il cagnolino di 6 anni avrebbe iniziato ad abbaiare e a grattare freneticamente una parte di terreno in un campo di yucca.

Il suo proprietario, Usa Nisaikha, 41 anni,  stava radunando le sue mucche e non capiva cosa stava causando così tanto la disperazione nel suo fedele compagno, fino a che ha visto una piccola gamba di un bambino sporgere dalla terra. Usa è rimasto impietrito, non poteva credere ai suoi occhi. Immediatamente si è messo a scavare insieme al suo cane per disseppellire il povero bimbo di 2 chili che stava combattendo per la sua vita.

Quando ha estratto il corpicino del neonato, si è accorto che respirava ancora. Era vivo! Subito Usa è corso con il neonato tra le braccia in ospedale. Poco dopo, i medici gli hanno  annunciato che per fortuna il bambino era sopravvissuto e non aveva riportato gravi ferite.

Le autorità informate dell’incidente, hanno condotto un’indagine che hanno portato al ritrovamento della madre. Si tratta di una ragazzina di appena 15 anni che avrebbe seppellito il suo bambino subito dopo averlo dato alla luce per nascondere il fatto ai suoi genitori.
 

“Ho sentito il mio cane abbaiare e un bambino piangere nella piantagione di yucca,” – ha raccontato l’uomo – “quindi sono andato lì per vedere cosa stava accadendo. Il cane stava scavando un mucchio di terra e le gambe del bambino sono emerse. Ping Pong è disabile, una gamba è rotta, ma è riuscito a far respirare il bimbo. Senza di lui non si sarebbe salvato “, – ha detto Usa Nisaikha.

L’area in cui è stata seppellita il neonato

La polizia ha arrestato l’adolescente, che ora è accusata di aver tentato di porre fine alla vita di suo figlio dopo aver confessato i fatti. La 15enne ha detto che temeva che suo padre l’avrebbe picchiata e per questo motivo aveva nascosto la gravidanza fino alla fine. Tuttavia, dopo che la verità è venuta alla luce, la madre della ragazza si è offerta di prendersi cura del bambino.

Tutti gli abitanti della località hanno applaudito l’eroismo di Ping Pong, soprattutto perché è un cane disabile, visto che ha solo 3 gambe mobili. Ping Pong è cresciuto al fianco del suo proprietario da quando è nato, ed è sempre stato un cane affettuoso e sensibile. Lo ha dimostrato proprio con questo gesto eroico.
 
 
“Penso che non fosse passato molto tempo da quando sua madre lo ha seppellito” –  ha detto il portavoce della polizia Panuvat Udkam. “Quando il cane l’ha trovato il piccolo respirava perché era stato seppellito molto superficialmente. La giovane madre dovrà scontare la sua pena ma è una ragazzina giovane e dobbiamo considerare che non è ancora nell’età della maturità. È importante che sia educata e trattata equamente “, – ha concluso il poliziotto.
 
Nel video il sopralluogo della polizia sul luogo del ritrovamento del neonato
 

LASCIA UN COMMENTO