Home Animali Il miracolo di Fortunato, il cane che si è salvato dall’impiccagione fatta...

Il miracolo di Fortunato, il cane che si è salvato dall’impiccagione fatta dal suo aguzzino

Il suo aguzzino lo voleva morto impiccato ma il cane è riuscito a scampare ad una morte atroce ed è stato salvato.

3452
Fortunato -immagine Facebook

Palermo – Impiccato con una corda stretta allacciata al collo che non ha retto al peso e probabilmente si è spezzata dal sostegno che doveva tenere appeso il cane per farlo morire. Il povero cagnolino però si è salvato per un soffio in barba al suo aguzzino che lo voleva eliminare per sempre. Il piccolo con quell’arnese infernale talmente stretto che gli è entrato nella carne, si aggirava da diversi giorni dolorante e terrorizzato nei pressi Petralia Sottana.

Il laccio usato per impiccare il cane. Immagine Facebook

Lo hanno salvato gli operatori sanitari del Rifugio Sanitario e per il ricovero di Isnello e Petralia Sottana.  “Lo abbiamo chiamato Fortunato perché di fortuna nella sua vita non ne ha avuta se non oggi” – hanno scritto sulla pagina Facebook i soccorritori.

Dopo il trauma psicofisico subito, catturare Fortunato per portarlo in clinica non è stato sempice.  “E’ schivo e diffidente – spiegano – non è mai entrato nelle gabbie da cattura e come non comprenderlo. Ma grazie ad un aiuto congiunto tra il sindaco di Petralia Sottana, Asp e Polizia municipale, siamo riusciti a prenderlo tramite l’utilizzo della Teleanestesia.”

La teleanestesia infatti, si effettua con l’ausilio di strumenti quali cerbottane o fucili attraverso i quali viene sparato un dardo-siringa contenente il farmaco necessario.

Il recupero della salute di Fortunato non sarà semplice e soprattutto sarà un percorso lungo. “Presenta un profondo taglio attorno al collo, ed è in grave stato di denutrizione oltre che infestato da ectoparassiti ma siamo positivi e pronti a rimetterlo in sesto.”

La profonda ferita del cane Fortunato. Immagine Facebook

Il cane che mangia con appetito e reagisce bene alle cure, ancora non si fa avvicinare. “Speriamo che riprenda fiducia nell’uomo, ne ha viste troppe” – ha detto la Dott.ssa Annalisa che spera un giorno di poter trovare per Fortunato una famiglia che lo adotti e che gli dia tutto l’amore che non ha mai avuto.

Immagine Facebook

LASCIA UN COMMENTO