I “cani bambini” storia di abusi e di sfruttamento animale che arriva dalla Cina

I cani bambini, non possono camminare su quattro zampe altrimenti vengono picchiati in continua.

18326

Questa settimana sta girando in rete un video virale che mostra dei cani mentre camminano perennemente sulle zampe posteriori, come se si trattasse di una piccola “persona cane”.

Il cane cammina in posizione eretta vestito con un top bianco, pantaloni e zaino, lungo una strada in Cina, e talmente è stato addestrato a camminare in quel modo per lui del tutto innaturare, che lo  fa in modo perfetto, con un’andatura simile a quella di un bambino.

Il cane cammina in posizione eretta vestito con un top bianco, pantaloni e zaino, lungo una strada in Cina, e talmente è stato addestrato a camminare in quel modo per lui del tutto innaturare, che lo  fa in modo perfetto, con un’andatura simile a quella di un bambino.

Il popolo del web nel vedere l’insolita scena, si è chiesto se le immagini viste scorrere davanti agli occhi, altro non fossero che un frutto di una creazione inventata e trasformata da un abile creatore di video. Ma purtroppo è tutto vero e dietro ai cani che camminano su due zampe, ci sono storie di maltrattamento spietato.
Il video che in un poche ore ha raggiunto le 34.000 visualizzazioni su Twitter, e protagonista è un cane di nome Smol Bean, che vive a Shangai e il cui destino è quello di vivere in costante costrizione, vestito come un buffone e completamente snaturato. Buzz Feed che ha riportato il video, ha voluto fare una ricerca sull’account di provenienza del video, ed ha scoperto che sono molti i “cani bambini” che camminano su due zampe posteriori. Dietro al maltrattamento si è scoperto addirittura un social network chiamato “Viral Smol Bean Small”.

Per stare su due zampe i cani picchiati costantemente appena tentano di mettere giù le zampe vengono picchiati sulle zampe anteriori in modo fortissimo tanto che spesso si ritrovano con le zampe rotte e una sofferenza fortissima.

Questi cani, che a primo impatto fanno sorridere per le loro performance, hanno subito abusi fisici e psicologici che li segnano per la vita. Dietro ad ogni forma di intrattenimento animale, c’è un maltrattamento nascosto che non bisogna mai sostenere. Condannate chi fa degli animali una forma di guadagno.

 

LASCIA UN COMMENTO