Riccardo Trespidi, il medico che per salvare i macachi si è ammanettato all’università di Verona

Il medico che da anni si batte contro la sperimentazione animale desidera parlare con il Direttore dell'università ma non ha ancora ottenuto risposta.

1289

Riccardo Trespidi, dottore in Medicina Generale a Verona e membro dell’associazione “Medicina non violenta”, si è incatenato ieri mattina dentro la biblioteca Meneghetti per protestare contro la sperimentazione sui macachi attualmente in atto all’Università di Verona. Trespidi ha chiesto di incontrare il rettore dell’Università, denunciando l’uso dei macachi, detenuti per una sperimentazione al cervello presso l’ateneo veronese.

“Sto protestando contro l’uso dei macachi, che sono detenuti qui sotto, per una sperimentazione sui loro cervelli: è una cosa inaudita. Al piano di sotto dove mi trovo, ci sono dei macachi, uno di loro è qui da 28 anni e altri due da qualche anno. Stanno innestando degli strumenti sui loro cervelli per studiare l’attenzione. Cose che fanno rabbrividire chiunque. Voglio che questi macachi vengano liberati, questa ri ricerca è assurda e violenta” – ha denunciato Trespidi in un ulteriore dichiarazione di una video diretta su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO