Nasce in Francia il primo codice giuridico legale degli animali: riconosce dignità a tutti gli animali

E' nato il primo codice giuridico per animali in Francia e in Europa.

993

Il codice legale per gli animali è stato pubblicato giovedì 22 marzo 2018. Pubblicato da LexisNexis, questo libro di oltre 1000 pagine è stato creato da un team di specialisti in diritto animale in collaborazione con la Fondation 30 Millions d’amis.

Questo lavoro durato oltre un anno è l’incontro di molti testi divisi in ” 7 codici che governano il nostro rapporto con gli animali (codici civili, penali, procedura penale, pesca rurale e marina, ambiente, autorità locali, salute pubblica). L’importante stesura, raccoglie le migliaia di disposizioni francesi ed europee e le principali decisioni giurisprudenziali riguardanti animali domestici, di allevamento, natura selvatica e domestici ” – precisa la Fondazione. Non sono previste nuove leggi atte ad arricchire questo libro, ma servirà comunque come uno strumento essenziale per giudici, pubblici ministeri, avvocati, veterinari, studenti, ricercatori o insegnanti.

Un’utilità già provata

Tra gli articoli contenuti nel libro c’è il famoso articolo L214-1 del codice rurale  per la lotta contro lo sfruttamento animale, la cui associazione L214 ha tratto ispirazione per il suo nome. L’articolo in questione stabilisce che “ogni animale essendo un essere sensibile deve essere posto dal suo proprietario in condizioni compatibili con gli imperativi biologici della sua specie” . L’articolo 515-14 del codice civile si  trova anche nel Codice giuridico degli animali. La legge del 2015, ha dichiarato che “gli animali sono esseri viventi dotati di sensibilità”. Il libro contiene anche l’ articolo 521-1 del codice penale che punisce con 2 anni di reclusione e 30.000 euro di multa gli atti di crudeltà commessi contro animali domestici o tenuti in cattività, oltre a gravi abusi. È anche grazie a questa denuncia che nel settembre 2017 un uomo di 28 anni è stato condannato a sei mesi di reclusione, per aver ucciso un gatto, di nome Chevelu, che divenne un simbolo dell’abuso di animali.

Un importante passo avanti

Il presidente della Fondation 30 millions d’amis Reha Hutin afferma: “La promozione dei diritti degli animali, per la trasmissione della conoscenza giuridica, è una questione importante nella società moderna . Per decenni, attraverso la realizzazione di una riflessione guidata da noti esperti legali, la 30 Millions Friends Foundation è costantemente innovativa nel difendere i diritti degli animali, e ha dato origine al primissimo Codice Animale “. Per la Fondazione, questo riconoscimento  “posiziona gli animali in uno stato di levitazione tra “Persone” e “Merci” . Con il codice degli animali, è più facile e più pertinente preparare per loro il prossimo passo: il riconoscimento della personalità giuridica degli animali. ” 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO