E’ morto Biuk il cane che tra le fiamme ha cercato di difendere la sua proprietaria dalla follia del marito

L'uomo è stato arrestato in pizzeria. Il giorno dopo aver dato fuoco alla moglie e al cane, è andato a mangiarsi una pizza in centro.

1403

Reggio Calabria – Era stato adottato un anno fa e aveva portato un pò di gioia in una famiglia dove la tensione e i litigi erano ormai diventati la norma all’interno del nucleo familiare. Maria Antonietta Rositani amava Biuk come i suoi figli che a loro volta avevano creato un legame forte con il cucciolo. 

Ciro Russo

Ciro Russo, un 42 di Ercolanto, martedì mattina è avaso dagli arresti domiciliari per inseguire la ex moglie. Dopo aver avvistato la donna in auto, si è messo di traverso riuscendo a fermare  Antonietta. A quel punto ha aperto la portiera, ha cosparso gettato la benzina e ha appiccato il fuoco. Dentro l’abitacolo, c’erano il cane Biuk ed Antonietta, come sempre insieme. I due sono stati avvolti dalle fiamme ma Biuk, nonostante il dolore del fuoco che lo stava avvolgendo, ha raccolto le ultime forze che aveva e ha cercato di aggredire l’uomo che stava per uccidere la sua amata Antonietta. 

La donna è stata soccorsa con ferite da ustione nel 50% del corpo ed è ricoverata in prognosi riservata al centro grandi ustionati della Puglia. Il cagnolino invece è morto dopo due giorni di agonia. 

La squadra mobile nella serata di mercoledì ha trovato e arrestato Ciro Russo mentre mangiava una pizza in pieno centro. Quando ha visto le autorità non ha opposto alcuna resistenza. L’uomo, assistito dal suo avvocato, si è presentato davanti ai magistrati Paola D’Ambrosio e Marika Mastropasqua, ma non ha voluto dire nemmeno una parola. Nei prossimi giorni l’interrogatorio di garanzia riprenderà davanti al gip.

Russo deve rispondere della pesante accusa di tentato omicidio aggravato. Il fratello di Antonietta e i bimbi intanto pregano per la mamma che è in costante rischio setticemia. Nel video ripreso da un’abitazione vicina si vede il momento in cui la donna cerca di fuggire mentre le fiamme ricoprono l’auto.

Il fratello di Antonietta Rositani ha detto che ancora non ha trovato il coraggio di dire ai bambini che Biuk è morto. “Ancora non lo sanno” -ha detto – “erano molto affezionati al cucciolo, per loro sarà aggiunto dolore al già grande dolore.”

LASCIA UN COMMENTO