Trovati morti in Sicilia per aver ingerito plastica, una tartaruga e due capodogli

La tartaruga è stata rinvenuta nello specchio di acqua antistante il porto turistico di Scoglitti. Un capdoglio è stato rinvenuto a Sant'Erasmo e uno a Capo Cavalà.

333

La tartaruga marina, riversa in mare a pancia in sù era un esemplare raro di 90 cm di diametro. E’ stata trovata morta con un nodulo di plastica nell’esofago che serve per la copertura delle serre di ortofrutta.

Un capodoglio è stato trovato spiaggiato domenica sera nel litorale di Sant’Erasmo, un altro capodoglio a Capo Calavà, a Messina. Il sospetto è che siano morti, come quello di Cefalù di qualche giorno fa, per aver ingerito plastica. La tartaruga, invece,  è stata uccisa da un nodulo di plastica nell’esofago. A causare la morte sono stati i rivestimenti che vengono utilizzati nelle serre di ortofrutta.

Gli esperti dell’Istituto zootecnico e del Museo di zoologia “Doderlein” dell’università di Palermo stanno cercando delle risposte a questi decessi ma il dubbio è quasi una certezza: sono morti di plastica. 

LASCIA UN COMMENTO