Home Animali I CAVALLI DA CORSA SENTONO IL DOLORE DELLE FRUSTATE ANCHE SE NON...

I CAVALLI DA CORSA SENTONO IL DOLORE DELLE FRUSTATE ANCHE SE NON LO MOSTRANO

Lo dice una ricerca australiana. Gli animali sentono molto dolore anche se non lo mostrano.

283
 

La pratica secolare di frustare i cavalli da corsa per farli correre più veloci è messa in discussione da una nuova ricerca australiana, secondo cui i cavalli hanno una pelle relativamente sottile e quando sono colpiti sentono dolore quanto gli esseri umani, anche se non lo mostrano.

La patologa veterinaria Lydia Tong dell’Università di Sydney ha studiato lo spessore della pelle dei cavalli e come sentono dolore.

Descrivendo la ricerca nel programma Catalyst della Tv nazionale Abc, Tong si è detta sorpresa che nonostante un’estesa letteratura sui cavalli, tali conclusioni non siano state raggiunte prima. –“Abbiamo studiato in dettaglio la pelle umana e quella equina nella stessa area del fianco”, -ha detto.

“L’aspetto veramente interessante è che fino all’epidermide, cioè lo strato superiore, dove si trovano le fibre C sensibili al dolore, la pelle umana è più spessa di quella dei cavalli. Quindi all’argomento secondo cui la pelle dei cavalli è più spessa e quindi sentono meno dolore, si può rispondere che la pelle umana è più spessa”.

Una differenza fra uomo e animali, che si sono evoluti come prede, è che hanno più probabilità di nascondere il dolore. “Se un animale-preda mostra il dolore apertamente, ha più rischio di essere notato e di restare vittima di predatori, quindi tende a soffrire in silenzio”, ha spiegato la studiosa. Non c’è motivo di ritenere che qualcosa cha causa dolore all’uomo non lo causi a un cavallo”– ha aggiunto.

Nell’industria ippica in Australia nel 2009 sono state adottate fruste imbottite con l’obiettivo di risolvere la controversia, con limiti al numero di colpi eccetto gli ultimi 100 metri. Il direttore della Commissione per le corse ippiche, Peter McGauran, si è detto più che soddisfatto in base alle opinioni veterinarie disponibili, che se i fantini rispettano i limiti alle frustate non vi è crudeltà verso i cavalli.

Ha aggiunto però che possono essere imposte maggiori restrizioni, se le evidenze mostrano che le frustate ripetute infliggono dolore. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO