La nuova influenza aviaria potrebbe uccidere in tutto il mondo: è rischio pandemia

1.625 persone in Cina sono state infettate da questo virus di queste, 623 sono morte.

232

Una nuova forma di influenza aviaria che ha ucciso in Cina il 38% delle persone colpite sta mettendo in allarme i sistemi sanitari di tutto il mondo. Si chiama H7N9, viene diffuso dai polli e al momento non sembra possibile il contagio da uomo a uomo, ma solo da pollo a uomo ma il virus dal 2013 ad oggi, è già mutato tre volte e il rischio è che possa sviluppare una capacità molto più aggressiva di trasmissione, rischiando il passaggio da uomo a uomo.

Il ceppo virare appartiene alla stessa famiglia dell’H5N1, quella dell’influenza aviaria, che cinque anni fa provocò centinaia di morti in tutto il mondo.

I SINTOMI:

I sintomi di H7N9 comprendono febbre alta, tosse e mancanza di respiro che possono poi trasformarsi in polmonite. Una volta che la malattia si è sviluppata, quelle infette sviluppano sindrome da distress respiratorio acuto, shock settico e insufficienza d’organi.

Secondo quanto riportato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, le persone anziane, le donne incinte e quelle con problemi di salute esistenti sono più a rischio. Per il momento la soluzione più efficace e consigliabile rimane quella di non mangiare carne.

LASCIA UN COMMENTO