Vigili del fuoco non hanno la mascherina di ossigeno ma riescono lo stesso a salvare un cane

Vigili del fuoco di Milano, rianimano un cane intossicato dai fumi dell'incendio divampato in un'abitazione.

1543

Milano – Spettacolare salvataggio dei Vigili del fuoco che hanno spento un incendio in una casa di Via Carlo Farini, a Milano. Arrivati sul luogo in pochi minuti la squadra è riuscita a domare le fiamme ma proprio quando stavano per andarsene, si sono accorti che c’era un pitbull privo di sensi steso sul pavimento all’interno dell’abitazione. Immediatamente i ragazzi hanno portato all’esterno il cane ma l’animale non dava segni di vita. 

Il cuore comunque batteva ancora, il cane era vivo. Questione di attimi per salvare una vita, attimi che valgono oro, non c’è tempo per chiamare personale medico e nemmeno per trovare una bombola di ossigeno adatta all’animale e quindi i 5 pompieri impiegati nell’operazione, hanno avvicinato al muso del cane, l’erogatore della bombola per dargli ossigeno. 

“Ce la fa, ce la fa, – si sente dire nel video da uno di loro – forza amore”. E ce l’ha fatta! Il pitbull ha iniziato a respirare, prima lentamente e poi a pieni polmoni. E’ salvo, hanno semplicemente scritto su Twitter gli eroi di Milano. E noi altrettanto semplicemente vi diciamo grazie di cuore ragazzi! 

LANCIAMO UN APPELLO

Dobbiamo ahi noi, fare una considerazione doverosa: è importante dotare i vigili del fuoco di mascherine per bombole di ossigeno adatte agli animali. Dovrebbe essere la norma ma non lo è. Senza l’attrezzatura adeguata, infatti, cani, gatti e altri animali domestici vittime d’incendi hanno poche possibilità di sopravvivere.

Le maschere per umani, non aderiscono adeguatamente al muso. Lanciamo un appello al governo: dotate i Vigili del fuoco di mascherine ed ausili sanitari per salvare gli animali perché ogni vita salvata è una vittoria!

LASCIA UN COMMENTO