Trovati morti 11 gatti avvelenati in provincia di Cuneo, una mamma gatta è morta abbracciata al suo piccolo

La foto toglie il fiato. Mamma gatta è morta abbracciata al suo piccolo in un tentativo estremo di difenderlo.

10468
Immagine Facebook

La gatta nella foto, è morta avvelenata tra atroci sofferenze insieme ad altre due gatte adulte con i loro piccoli appena nati. E’ così che ignoti senza scrupoli hanno deciso di sbarazzarsi di 11 poveri felini in totale che evidentemente davano fastidio per il solo fatto di essere nati in un mondo permeato da cotanta intolleranza. 

Le 4 gatte e i 7 cuccioli sono stati brutalmente uccisi dal veleno a Borgo San Dalmazzo in provincia di Cuneo nella giornata di mercoledì ma ancora non si hanno notizie dei responsabili. 

Le volontarie che hanno trovato i felini e hanno scattato la foto che ha commosso l’Italia, nella loro pagina Facebook, La Gatteria hanno scritto – “Questa cucciola morta abbracciata alla sua mamma rappresenta l’orrore dell’inciviltà nella quale sprofondiamo un po’ di più ogni volta che attentiamo alla vita, o semplicemente non facciamo di tutto per salvaguardarla, in ogni sua forma.” 

Nel frattempo la Polizia municipale di Borgo San Dalmazzo che indaga sul caso, ha lanciato un appello invitando chiunque avesse visto o udito qualcosa, a presentarsi  presso il Comando di Polizia Municipale della cittadina  poter poter così rintracciare i responsabili dell’uccisione dei gatti ma soprattutto per scongiurare altri avvelenamenti nelle zone circostanti a quella di Corso Mazzini, dove è stato sparso il veleno killer. 

 

LASCIA UN COMMENTO