Spunta dal sacco la testa di un cane gettato nel canale insieme ai maiali da un allevatore: solo il cane è salvo

Le autorità hanno aperto le indagini per capire chi è l'allevatore che ha gettato cane e maiali dentro al canale di Galatone.

4781

Lecce – Forse i maiali erano ammalati e non servivano più come non serviva più il cane che faceva a loro la guardia o forse si tratta solamente di un gesto inconsulto di una mente folle. Così un allevatore senza scrupoli, ha deciso di disfarsi del suo bestiame nel peggiore dei modi: gettando tutti dentro al canale di Galatone.

Cane e maiali sono stati tutti incaprettati per le zampe e gettati dentro all’acqua. Per questi ultimi non c’è stato nulla da fare, ma il pastore tedesco adulto, almeno lui, si è salvato. Quasi congelato dall’acqua fredda, ha raccolto la poca forza che gli restava e ha spinto con il muso sul sacco per cercare di aprirlo. Dopo vari sforzi si è liberato con la testa ma a causa del legaccio alle zampe non riusciva a muoversi. 

Per fortuna i lamenti del pastore tedesco hanno attirato un ragazzo che passava da quelle parti e che si è subito precipitato sulle sponde del canale per capire cosa stava accadendo. Quel che gli si è parata davanti, è stata una scena degna da film dell’orrore. Sull’acqua galleggiavano le carcasse di alcuni maiali e il cane terrorizzato dentro al sacco, era vicino alla sponda. Solo il livello dell’acqua non abbastanza alto, lo ha salvato.

Nel video postato da una volontaria su Facebook, si vede il momento del ritrovamento

I vigili del fuoco, intervenuti sul posto, hanno tagliato la corda e aperto il sacco che imprigionava il cane. 

Il dolcissimo quattro zampe fradicio e spaventato, è apparso sottopeso ma tutto sommato sta bene. E’ stato portato al canile di Galatina dove attende una famiglia amorevole che lo adotti nella speranza che ciò accada presto. Ora la polizia darà il via alle indagini per cercare l’allevatore sconosciuto che ha compiuto un abominio imperdonabile verso i suoi animali.

Immagine Facebook

LASCIA UN COMMENTO