Home Notizie Spazzata via dagli incendi l’Isola dei canguri in Australia, le associazioni chiedono...

Spazzata via dagli incendi l’Isola dei canguri in Australia, le associazioni chiedono aiuto per gli animali

L'Isola dei canguri è stata spazzata via dagli incendi, migliaia di persone sono state evacuate e molte specie animali spariranno dall'Australia.

In Australia centinaia di vigili del fuoco stanno continuando a lavorare sull’incendio che ha devastato l’Isola dei Canguri con oltre 155.000 ettari anneriti e con tanto fuoco ancora da contenere. Gli abitanti hanno visto la vera portata della devastazione dopo che l’inarrestabile tornado di fuoco ha spazzato via l’isola nella giornata di venerdì.

Vigile del fuoco si abbandona ad un pianto disperato. La sua terra, l’Australia, è in fiamme.

L’inferno di fuoco, venerdì ha tolto la vita a due persone: un noto pilota di safari Dick Lang, 78 anni, e suo figlio, il chirurgo di Adelaide Clayton Lang, 43 anni. Sono stati catturati dalle fiamme mentre stavano tornando alla proprietà della loro famiglia dopo aver combattuto il fuoco per due giorni. I loro corpi sono stati trovati vicino alla loro auto bruciata.

L’enorme incendio boschivo ha inoltre distrutto un alloggio da un milione di dollari. Venerdì pomeriggio l’hotel Southern Ocean Lodge sull’Isola dei canguro, al largo della costa australiana, è stato raso al suolo dagli incendi. 

Southern Ocean Lodge resort.

La sistemazione di 21 suite è stata evacuata e il personale è stato trasferito ad Adelaide e nella piccola cittadina di Kingscote, nell’isola dei canguri. Del resort di lusso non è rimasto più nulla. I fondatori del Southern Ocean Lodge, James e Hayley Bailli, hanno detto:  “Il nostro peggior incubo e diventato realtà”.

Il selvaggio incendio boschivo ha formato un vortice di fuoco sull’isola. 150 vigili del fuoco hanno cercato di domare l’incendio “praticamente inarrestabile”, con quasi l’intera isola minacciata dalle fiamme.

La città di Batlow nel Nuovo Galles del Sud è distrutta. I canguri sono morti in massa. Più vicino a Sydney, nella valle del canguro, sembra che siano state distrutte vaste aree di cespugli e praterie che ospitano vombati.

Bendeela Picnic Area è un parco campeggio ricreativo nella valle del canguro ed è stato colpito dal fuoco. Centinaia di vombati vivono nella zona. Si spera che molti siano stati in grado di sopravvivere alle fiamme al riparo nelle loro tane ma le speranze sono davvero poche.

Una tragedia storica

Si tratta di una vera tragedia storica, e anche se l’incendio è attivo da settembre, è stato nelle ultime settimane che la situazione è stata incontrollabile. Le alte temperature e i venti forti aumentano il rischio di propagazione. Inoltre, il peggio non è ancora arrivato: i mesi di gennaio e  febbraio dovrebbero essere ancora più catastrofici.

Le immagini toccanti dei danni provocati dagli incendi in Australia

Centinaia di comunità sono state evacuate; migliaia di persone hanno perso la casa; circa 6 milioni di ettari sono stati bruciati in tutto il paese.

Migliaia di persone in Australia hanno perso la casa a causa degli incendi

Da settembre quando scoppiò l’incendio, ad oggi, mezzo miliardo di animali sono rimasti uccisi. Secondo le autorità, 20 persone hanno perso la vita nei roghi tra i quali anche alcuni pompieri volontari. 

Alcune specie animali spariranno dall’Australia

Secondo Chris Dickman , un ecologo all’Università di Sydney-“Se gli ecosistemi interessati sono isolati, potrebbero essere necessari molti anni prima che alcune specie ritornino. Ci sono molti rettili e mammiferi che non hanno molta mobilità. E alcuni potrebbero non tornare mai più.” 

Cosa possiamo fare noi dall’Italia per aiutare gli animali che stanno morendo in Australia? 

Come aiutare la fauna selvatica dell’Australia

  • Effettua una donazione a  WIRES , un’organizzazione no profit di salvataggio di animali selvatici che sta soccorrendo e curando migliaia di animali nativi malati, feriti e orfani.
  • Salvare i  Koala dell’Isola dei canguro.
  • Effettua una donazione al  World Wildlife Fund Australia , che dirige i suoi sforzi verso la conservazione del koala.
  • Dona al  Port Macquarie Koala Hospital che ha salvato e curato decine di koala che soffrono di gravi ustioni. L’ospedale utilizza donazioni per installare stazioni di abbeveraggio automatiche nelle aree bruciate per aiutare la fauna selvatica alla ricerca di acqua e per stabilire un programma di allevamento di koala selvatici per garantire la sopravvivenza della specie.
  • Effettua una donazione alla  RSPCA nel Nuovo Galles del Sud , che sta aiutando a evacuare, salvare e curare animali domestici e animali selvatici nelle aree minacciate.

Vi ringraziamo per conto di queste organizzazioni e per le eventuali donazioni che farete.

LASCIA UN COMMENTO