Russia: il Presidente Putin inasprisce le pene per chi esercita crudeltà sugli animali

La Russia si mette al passo con i tempi e decide di inasprire le pene per chi maltratta o uccide gli animali senza motivo. Una decisione che molti paesi dovrebbero prendere, Italia compresa.

7923

Il presidente russo Vladimir Putin, ha firmato il 20 dicembre una legge federale che impone pene più severe per chi è crudele verso gli animali. Il documento è stato divulgato nel portale ufficiale delle informazioni legali del governo del paese.

La versione rivisitata della legge 245 del codice penale russo in materia di crudeltà verso gli animali, stabilisce conseguenze più gravi per coloro che cagionano morte all’animale se l’atto è stato commesso a causa di comportamenti delinquenziali o egoistici, o con metodi sadici. 

Secondo questa nuova legge, la pena detentiva massima per abuso di animali è stata aumentata da due a cinque anni. 

Se un animale viene torturato in presenza di un minore da un gruppo di persone e il fatto viene divulgato su Internet, sarà punito con una multa da 100.000 a 300.000 rubli, tra i 1.400 e i 4.300 euro, o con un massimo di due anni di lavori così detti rieducativi.

Se il crimine è ancora più grave, l’aggressore dovrà scontare da tre a cinque anni di carcere. Nell’ottobre dello scorso anno tre giovani cittadini russi, sono stati arrestati dopo aver pubblicato un video mentre praticavano delle torture agli animali . 

Al momento del tragico evento quando avevano 17 anni, hanno  torturato 15 animali, tra cani e gatti con crudeltà e ferocia, usando metodi sadici, mutilandoli e poi uccidendoli. 

Quest’anno, un tribunale russo ha condannato le due ragazze insieme a un loro amico che ha collaborato con loro filmando il video.

I tre ragazzi arrestati. Una di loro, si copre il volto.

I genitori dei tre adolescenti al tempo minorenni, sono stati sanzionati per aver trascurato l’educazione dei figli.

In Russia, era raro che la crudeltà sugli animali fosse severamente punita, questa particolare condanna era un’eccezione. Ma a quanto pare il triste epilogo per gli animali uccisi, ha spinto il governo a prendere una nuova posizione con la creazione di questa nuova legge che rafforza la punizione per chi compie abusi verso gli animali. In Italia dopo la legge svuota carceri, ottenere giustizia per gli animali è ancora un’utopia ma continueremo a batterci affinché anche per loro sia portato il  meritato rispetto.

LASCIA UN COMMENTO