Pasticcere di Cortina sparge colla per uccidere gli uccellini che infastidiscono i clienti: denunciato

Alle rimostranze dei clienti il gestore della pasticceria ha risposto: "Sono stufo, qua ne vengono 30-40 al giorno".

22642

Una nota pasticceria di Cortina D’Ampezzo è stata denunciata da un cliente per avere utilizzato un collante sui parapetti delle proprie terrazze allo scopo di non far avvicinare gli uccelli alla clientela.

Lo rende noto il gruppo animalista “Centopercento animalisti”. Questo è ciò che i due clienti della pasticceria protagonisti del grave episodio hanno raccontato agli attivisti. Venerdì scorso, verso le 16, i due avventori si sono seduti al bar pasticceria per bere un caffè. “In terrazza abbiamo notato che sul supporto della copertura della veranda lì presenteprecisamente all’angoloc’erano degli uccellini. Inizialmente erano tre e successivamente si è aggiunto un altro volatileQuesti animali sembravano sguazzare dentro dell’acqua, pensavamo fosse stata posizionata una ciotola per abbeverarli“. 

“A quel punto però un altro uccellino si sarebbe posato sul supporto della veranda per restare apparentemente bloccato. “Insospettitoda questo fatto e vedendo che l’uccellino non si muoveva più, decidevo di alzarmi e guardare meglioho notato che era completamente incollato alla tavoletta di legno. Dopo aver liberato l’animale ho deciso di contattare la polizia provinciale di Belluno per chiedere informazioni“. 

L’uccellino è stato liberato e consegnato al servizio veterinario per le cure e le verifiche, mentre ci sarebbero diversi testimoni, tra i quali anche . “Il giorno dopo – spiega la nota – ci siamo nuovamente recati dal veterinario per verificare le condizioni dell’uccellino e lo stesso ci riferiva di aver liberato a fatica lo stesso dalla colla e che quest’ultimo aveva perso le penne remiganti che non sarebbe stato più in gradi di volare perché non sarebbero ricresciuteDurante la visita – spiega la nota – il medico ci ha mostrato alcune foto dell’uccellino ancora sporco di colla“.

Da qui la decisione dei due clienti di sporgere querela e denunciare il titolare del locale per maltrattamenti.

LASCIA UN COMMENTO