Home Notizie Parte la nuova campagna di ENPA “gli abbracci che puoi dare” contro...

Parte la nuova campagna di ENPA “gli abbracci che puoi dare” contro l’ignoranza sul contagio del virus

In questo momento gli unici che possiamo abbracciare, sono i nostri animali. Approfittiamone per stare meglio.

Prende il via la campagna di ENPA #GliAbbraccichePuoiDare, per combattere l’ignoranza sulle ipotetiche infezioni da coronavirus dagli animali d’affezione all’uomo. 

“Io ti abbraccio perché con te non metto in pericolo nessuno. Io ti abbraccio perché tu sei sempre lì per me. #IoTiAbbraccio perché la mia famiglia è ancora più speciale grazie a te!” Sono solo alcuni dei messaggi pubblicati sui social a sostegno della campagna lanciata dall’Ente Nazionale Protezione Animali per condividere, in questo momento così complicato, un messaggio semplice: gli animali sono una risorsa immensa, curiamoli, coccoliamoli, abbracciamoli e soprattutto proteggiamoli dall’ignoranza dei tanti, troppi, che scelgono di abbandonarli.

E ricordiamo ancora una volta, come ha già fatto ieri in conferenza stampa il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, che “in nessun modo esiste ed è dimostrata possibilità di diffusione e l’abbandono dei cani è deprecabile”. Scrive Enpa: “Insieme a loro non abbiamo nulla da temere: l’unica cosa che possono trasmetterci è l’amore!”

Molti personaggi famosi hanno aderito alla campagna di ENPA

Tanti i personaggi che hanno scelto di condividere insieme a Enpa un momento di affetto e intimità con il proprio quattro zampe. Martin Castrogiovanni, Gigi D’Alessio, Samantha De Grenet, Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Angela Melillo, Noemi, Lucia Ocone, Daniela Poggi, Andrea Roncato, Federico Tocci, Massimo Wertmuller e la Presidente Nazionale dell’Enpa Carla Rocchi, hanno già postato foto e video sui propri canali social.

Un italiano su due ha un animale in casa e oggi come non mai sta riscoprendo l’incredibile valore di questa relazione basata su amore, lealtà, complicità.

Io ti abbraccio perché al mondo non hai nessun altro. Io ti abbraccio perché il canile ti ha già tolto più di quanto ogni essere vivente potrebbe sopportare. Io ti abbraccio perché abbracciandoti ritrovo la mia umanità. Io ti abbraccio perché credo che questa terra sarebbe un mondo migliore se ci fosse un po’ più di “te”e un po’ meno di “me”.

La rete si sta riempiendo di messaggi come questi, pieni di speranza per combattere la paura e le fake news che oggi più che mai rappresentano un serio pericolo per i nostri amici a quattro zampe.

LASCIA UN COMMENTO