Padova, gruppo di ragazzi festeggia i 18 anni spennando e prendendo a calci una gallina – video

La gallina è stata spennata viva e poi presa a calci come un pallone da un gruppo di ragazzotti balordi.

3537

Padova – Sabato sera in pieno centro a Padova, in Piazza Borromeo,  un gruppo di ragazzi hanno preso una gallina, l’hanno infilata dentro una scatola di cartone e hanno iniziato a darle calci come se si trattasse di un pallone. La malcapitata gallina, ha provato più volte a scappare ma è stata nuovamente inseguita e torturata. I balordi, fieri delle proprie gesta, hanno poi filmano il terribile gioco e lo hanno postano sui social convinti di far ridere tutti.

I ragazzi avevano deciso di festeggiare il 18esimo compleanno di un amico di liceo divertendosi con un assurda crudeltà. I giovani si sono scatenati scagliandosi contro il povero animale rimasto prigioniero in uno scatolone chissà da quante ore. La gallinella era stata portata sul posto da uno dei suoi aguzzini che aveva organizzato in modo premeditato il sadico gioco contro di lei.

Più che ridere, il video che in poco tempo è girato in rete,  ha fatto andare su tutte le furie prima i padovani e in poco tempo anche il resto degli italiani. Ma a difendere gli animali del padovano sono stati i Centopercento Animalisti, che non sono certo rimasti con le mani in mano. Il gruppo si è subito interessato del caso che a quanto pare ha assunto dei risvolti pochi chiari. 

“Giuseppe filmava, e Andrea prendeva a calci la povera creatura”, – scrivono i militanti nel blog. “I fatti che ci hanno raccontato, dicono che quelli del bar B Gall sono intervenuti per salvare la Gallina dalla furia cieca dei bulli e che per pura fatalità uno di questi avesse in casa un Pollaio e successivamente si è portato la Gallina a casa. Precisiamo subito che le nostre sono solo considerazioni, non accuse” – puntualizzano gli attivisti.

Pare che i Centopercento abbiano cercato di contattare tramite il gestore del bar, il ragazzo che ha in casa la gallina per poterla portare in un centro di recupero, ma non hanno avuto molta collaborazione da parte gestore e in più il ragazzo si è fatto negare. 

Qualcuno sulla pagina Facebook degli animalisti, intuisce la probabile dinamica dei fatti…

Ora grazie all’appello lanciato dagli attivisti dei Centopercento,  il gruppo di bulli protagonisti della triste vicenda, è stato individuato. Nel frattempo c’è chi si è offerto di ospitare e curare a proprie spese la gallina ed è  intervenuta anche LAC Padova, per capire dove sia sparita la gallina e perché non sia stata sequestrata come previsto dalla legge in caso di maltrattamento. Stranamente infatti, della gallina spennata ma viva, non vi è nessuna traccia. 

Attenzione al video, contiene immagini forti:

LASCIA UN COMMENTO