Mohawk, il leone ucciso in Kenya dai rangers per aver attaccato un uomo

204

Rangers kenioti hanno ucciso un leone che si è avventato su un uomo in mezzo alla folla dopo che è fuggito da un parco nella capitale Nairobi.

mohawk

L’uomo, che è stato ricoverato in ospedale con profonde lacerazioni e contusioni, si era unito a centinaia di spettatori che hanno circondato l’animale.

La morte di Mohawk, un magnifico grande felino di 13 anni dalla criniera nera, ha scatenato grande rabbia tra gli amanti degli animali keniani. I cittadini hanno lanciato l’hashtag #JusticeforMohawk per chiedere che i rangers che hanno ucciso il leone vengano incriminati dato che potevano catturare l’animale con l’uso di un dardo tranquillante.

Il portavoce di Kenya Wildlife Service Paul Udoto, ha detto che il leone è fuggito dal Parco Nazionale di Nairobi il Mercoledì ed è finito nella città di Isinya, a 12 miglia di distanza.

Squadre veterinarie si sono dirette a Isinya preoccupate per la sorte di Mohawk.

Ma il rumore e la confusione della gente ha impaurito e agitato l’animale, spingendolo ad attaccare l’uomo. Al fine di salvare le vite umane, i rangers hanno sparato a morte prima che i veterinari arrivassero ​​con tranquillanti”– ha detto Udoto.

mohawk ucciso

“Questa azione è stata scelta come ultima risorsa, dopo un escalation della situazione e la preoccupazione per la sicurezza pubblica“, ha detto il Kenya Wildlife Service.

Il Parco Nazionale di Nairobi ha visto parecchie fughe di leoni nelle ultime settimane. Tutti tranne Mohawk sono stati ricatturati vivi.

In un altro incidente di questo mese, un leone fuggito dal parco ha sbranato un uomo su una strada trafficata della capitale.

Il mese scorso molti animali sono stati visti percorrere le strade in zone residenziali di Nairobi nel cuore della notte,e  i funzionari si sono mobilitati per trovarli. Alcuni animali sono stati restituiti al parco, altri non si sa che fine abbiano fatto.

 Il Parco Nazionale di Nairobi è la patria di leopardi, bufali, giraffe e altri animali al pascolo nella tentacolare prateria che vede i grattacieli della città sullo sfondo. Il parco è in gran parte delimitato da una recinzione elettrificata per tenere gli animali all’interno.

Ma il lato sud – lontano dalla città – è delimitato da un fiume. Non è chiaro se sia stato questo il percorso usato dai leoni per sgattaiolare fuori.

Perché  i leoni scappano?

Il Kenya Wildlife Service ha detto che non sa spiegarsi il perché dell’aumento di fughe, ma gli ambientalisti ritengono che la perdita di habitat sia il motivo centrale.

La rapida crescita dell’urbanizzazione delle città africane e il valori delle proprietà n aumento a Nairobi, hanno tolto habitat naturale ai leoni che ora cercano di capire cosa ci sia al di là del fiume.

Il governo ha anche iniziato la costruzione di una strada che affianca il parco e ogni giorno c’è un rumore costante che agita gli animali.

Gli ambientalisti ora stanno facendo il possibile per cercare di salvare il re della giungla.

La popolazione di leone africano è scesa della metà dal 1950, secondo il gruppo di conservazione Defenders of Wildlife .

 

 

LASCIA UN COMMENTO