India, si è staccato parte del ghiacciaio himalayano e ha fatto esondare il fiume

Un ghiacciaio himalayano si è schiantato contro una diga e ha innescato un'enorme alluvione nello stato settentrionale dell'Uttarakhand.

Nove persone morte e altre 150 disperse. E’ il tragico bilancio dovuto allo staccamento di un ghiacciaio himalayano che ha distrutto una diga nell’Uttarakhand, nel nord dell’India provocando gravi esondazioni dal fiume Alaknanda.

Le autorità hanno anche affermato che più di 16 persone sono rimaste intrappolate all’interno di un tunnel nell’impianto della centrale elettrica di Dhauliganga.  Diverse squadre di soccorso sono state inviate dopo che l’improvviso sbarramento d’acqua ha danneggiato due dighe e diverse case.

I video condivisi sui social media hanno mostrato come la diga non fosse in grado di trattenere la massa d’acqua che ha provocato una potente esondazione.





 

Gli ambientalisti chiedono di fermare i progetti idroelettrici in queste montagne particolarmente fragili

I funzionari hanno detto che quando il ghiacciaio si è rotto, ha rilasciato nella sua caduta, acqua, fango e altri detriti che si è portato dietro. Questi a loro volta si sono schiantati contro altri corpi d’acqua provocando un effetto a catena più a valle del fiume. Lo stato di Uttarakhand nella regione montuosa dell’Himalaya è soggetto a forti inondazioni.

Nel giugno 2013, le precipitazioni record hanno portato a devastanti inondazioni che hanno provocato la morte di quasi 6.000 persone. L’Uttarakhand è soggetto a inondazioni improvvise e smottamenti e il disastro ha spinto i gruppi ambientalisti a richiedere una revisione dei progetti energetici nelle montagne ecologicamente sensibili.

LASCIA UN COMMENTO