Il rifugio di Taiwan, un angolo speciale di paradiso per 3.000 cani salvati

Si tratta di un rifugio di proprietà familiare aperto cinque anni fa a Taiwan dalla signora Hsu.

575

A causa della sovrabbondanza di cani randagi del paese, la famiglia Hsu qualche anno fa, iniziò molto lentamente a prendere con se una piccola popolazione di randagi ma quel numero continuava a crescere fino a quando, alla fine, un buon samaritano donò una grande struttura per farne un rifugio adeguato. Ora oltre 3.000 cani vivono in questo luogo mentre aspettano una famiglia che li adotti per sempre.

Lo scorso febbraio, Taiwan è diventata il primo paese della storia in Cina, a vietare il soppressione dei cani randagi come mezzo di controllo della popolazione. Nel frattempo i rifugi, tra cui il santuario della signora Hsu, stanno mettendo a punto dei programmi di sterilizzazione per gli animali.


La maggioranza dei cani al rifugio sono entrati come randagi ma molti sono anche quelli salvati dagli incidenti con auto e moto o dalle trappole del Gin, che sono trappole  in acciaio adoperate dagli agricoltori per tenere gli animali lontani dalle coltivazioni. Di solito i cani ignari finiscono con le gambe attanagliate.
Oltre ad una schiera di dipendenti a tempo pieno e volontari, il rifugio ha anche un sostenitore speciale che costruisce sedie a rotelle personalizzate e a basso costo per qualsiasi cane residente che ne abbia bisogno. Inoltre oltre alle cure veterinarie, il rifugio offre anche una sala toelettatura su vasta scala, una sala notte per i cani per dormire e una stanza speciale solo per i gatti.

Mentre la quantità di cani sicuramente di i membri del personale e i volontari, le persone in tutta la comunità lavorano incessantemente per curare i cani e sono pienamente finanziati dalle donazioni di persone locali che credono nella loro missione. Questo rifugio è un fiore all’occhiello per la Cina, ancora troppo poco sensibile alle tematiche del benessere animale, speriamo che sia di buon esempio per tutto il paese.

LASCIA UN COMMENTO