Il quarto delfino è morto nel delfinario dell’Arizona: ne sono morti 4 in meno di due anni

Il quarto delfino è morto nel delfinario dell'Arizona. Lincoln O'Barry ordina: fermatevi e indagate, in tutto questo non c'è nulla di normale.

201

Arizona – Si è ammalato due settimane fa, Kai’nalu, il delfino tursiope di 22 anni che è stato soppresso il 31 gennaio. La sua morte arriva solo un mese dopo che un altro delfino, Khloe di 10 anni, è morto  a causa di una malattia cronica causata dal parassita sarcocisti. Lo sostengono i funzionari del delfinario.

Ma nell’arco di 16 mesi sono morti ben quattro delfini al Dolphinaris Arizona. Un numero che dimezza di netto  l’inventario di delfini allevati nella struttura in cattività. – Dolphin Project, l’associazione americana che difende i delfini si chiede perché.

Attivisti manifestano fuori dal Dolphinaris Arizona

“Con quattro delfini su otto morti in 16 mesi, la situazione ha raggiunto la massima criticità. Per la sicurezza del pubblico e dei delfini rimasti, tutte le attività dovrebbero cessare al Dolphinaris Arizona, almeno fino a quando non si darà il via ad una indagine seria e indipendente” – lo ha detto Lincoln O’Barry, fondatore del Dolphin Project.

“Stiamo dando il nostro supporto a DolphinFree AZ, un gruppo locale di attivisti che si batte per la libertà degli ultimi quattro delfini rimanenti nell’aquarium”. Dolphin Project ha prenotato un velivolo che ha sorvolato per tutto il weekend i cieli di varie località attorno a Scottsdale, tra le quali l’Arizona State University e il The Phoenix Open (che vanta una presenza media di 500.000 spettatori). Un demo è programmato per sabato al Dolphinaris Arizona. Lo striscione dell’aereo cita – Dolphinaris: perché sono morti 3 delfini? – L’iniziativa richiama l’aquarium a rispondere e soprattutto ad ammettere le proprie responsabilità. 

LASCIA UN COMMENTO