I tassi uccisi con martellate in testa: così si creano i pennelli per barba, trucco e pittura

Presi a bastonate o a martellate in testa. PETA in un video shock documenta la crudele sorte dei tassi prima di diventare pennelli.

4687
Una recente inchiesta di PETA Asia, la prima del suo genere nel settore dei pennelli, ha documentato la crudeltà che si cela dietro il commercio dei pennelli per il make up e da barba. Gli animali usati per creare questo tipo di setole, sono i tassi. Parliamo di animali protetti anche in Cina, paese dal quale provengono i vari pennelli.
Sebbene sia vietato cacciare i tassi, in Cina questi dolcissimi animali vengono catturati in natura illegalmente usando insidie ​​e trappole crudel. I tassi poi vengono allevati e confinati in piccole gabbie dagli allevatori prima di essere violentemente uccisi per la pittura, il trucco e i pennelli da barba.
Dopo che PETA ha divulgato il filmato, molte aziende, tra cui Beau Brummell, Olivina Men, Caswell-Massey e The New York Shaving Company , hanno preso la saggia decisione di smettere di comprare immediatamente il pelo di tasso.
Testimoni sotto copertura di PETA Asia, hanno visitato numerosi allevamenti di tassi in tutta la Cina che esporta spazzole di peli di tasso in paesi di tutto il mondo. In ogni allevamento, hanno documentato condizioni di vita infernali, incluso l’essere limitati in gabbie piccole e sporche, spesso sofferenti per le lesioni gravi e non curate che da soli si procurano. In una gabbia, una gamba di tasso era stata morsa da un altro tasso per il forte stato di stress.
Nel video si vede che per ucciderli, i lavoratori hanno colpito i tassi in testa con qualunque oggetto fosse utile. Un tasso è stato colpito alla testa con una gamba della sedia. Poiché era troppo spaventato per lasciare la sua gabbia, gli operai lo hanno colpito di nuovo, facendolo cadere sul pavimento, dopo di che gli hanno tagliato la gola e lo hanno lasciato sanguinare in un dolore atroce. Il tasso è rimasto ad agonizzare sul pavimento per più di un minuto prima che la morte lo liberasse da tanta sofferenza. La stessa sorte l’hanno subita tutti gli altri tassi uccisi prima di lui.

Attenzione al video, contiene immagini forti: 

I tassi sono animali estremamente sociali che in natura costruiscono elaborati sistemi sotterranei di tane definite “setts”. Alcune sett sono vecchie di secoli e sono state abitate da molte generazioni dallo stesso clan dei tassi. Questi animali hanno vani separati per dormire e dare alla luce i loro piccoli così come le aree “bagno” designate al di fuori dei setts.
Ma negli allevamenti di  pelo di tasso, questi animali sono privati ​​dell’opportunità di scavare, foraggiare il cibo, scegliere i compagni o fare qualsiasi altra cosa che renda la loro vita degna di essere vissuta, facendo sì che molti diventino pazzi, continuando a camminare avanti e indietro e girando in cerchio all’interno delle loro gabbie.
Quando i testimoni oculari di PETA Asia hanno chiesto alle ditte di distribuzione dei pennelli da dove provenissero i tassi, hanno ricevuto una risposta incredibile: – “A volte gli stranieri chiedono se i peli provenivano da animali selvatici o in cattività ma tu puoi semplicemente dire loro che la maggior parte proviene da tassi in cattività, anche se in realtà provengono per lo più da animali catturati in natura.”
Se acquisti pennelli fatti con pelo di tasso, sappi che la maggior parte dei pennelli proviene dalla Cina, dove ci sono poche norme sul benessere degli animali. Spazzole e pennelli, possono essere fabbricate lì o in altri paesi.
I testimoni oculari di PETA Asia hanno anche scoperto che le fabbriche di pennelli non esitano ad abusare anche degli umani, solo per ottenere un profitto. Le fabbriche impiegano lavoratori che ricevono un salario minimo di di circa 4 euro al giorno per una giornata lavorativa di otto ore, molto inferiore persino al salario minimo locale, che è di circa 2,20 euro all’ora.
In Italia non si presta abbastanza attenzione a questo tipo di sfruttamento che tocca anche numerosi altri animali spesso sconosciuti ecco quali sono:
  • Procione: il pelo proviene dalle code dell’animale, viene commercializzato sotto il nome di Racoon e viene utilizzato per pennelli da cosmetica.
  • Tasso: pelo utilizzato per pennelli da barba, per trucco e per pennelli da pittura. Le misure vanno dal 48 al 80mm.

  • Capra: pelo usato particolarmente in cosmetica per la sua morbidezza e colore, esiste in bianco, nero e grigio, le lunghezze vanno dal 44 al 70mm in su.
  • Kolinsky: in Italiano è conosciuto con il nome di martora è il più costoso dei peli fini, viene prodotto in misure da 25 a 50mm circa e proviene dalle code dell’animale, il suo pelo viene utilizzato per pennelli da belle arti e per cosmetica.
  • Pony: usato in cosmetica, si distingue in originale cinese e rielaborato in europa, le misure vanno dal 40 al 60mm.
  • La Donnola: commercialmente conosciuto come weasel, usato in sostituzione della Martora, perché di costo leggermente inferiore, viene utilizzato per pennelli da belle arti e cosmetica.
  • Il Vaio: pelo proveniente dalla coda dello scoiattolo, il suo utilizzo è per pennelli dove viene richiesta una particolare morbidezza e elasticità. Le misure vanno dal 45 al 70mm.
  • Le setole di Maiale: provengono, nella grande maggioranza dalla Cina, dove avviene tutta la catena di preparazione sino alla loro cottura e quindi pronte per poter essere impiegate nella preparazione di pennelli, scope e spazzole.
    I tipi di setole sono: Chungking, Shanghai, Tsingtao, Hankow, Tiensin e possono essere bionde, nere e grigie, nelle misure dal 44mm al 114 ed oltre.
  • Setole di Cinghiale: provengono quasi esclusivamente dall’India e sono impiegate in modo particolare per la fabbricazione di spazzole da testa.
  • Crine di Cavallo: anch’esso di provenienza cinese, viene impiegato per la fabbricazione di spazzole nelle misure corte e per tessitura per la fabbricazione di interfodere nelle misure lunghe. Le misure sono dal 100mm al 800mm.

Non c’è motivo di usare spazzole o pennelli di pelo di animali, specialmente quando ci sono così tante alternative di alta qualità disponibili. Basta cercare su internet pennelli vegani e si apre un mondo. Per il bene degli animali, per favore, compra solo pennelli sintetici.

LASCIA UN COMMENTO