Genitori musulmani a Mestre, pretendono la carne macellata halal nelle mense scolastiche

L'assessore invita gli islamici a rispettare le leggi italiane: in Italia le leggi non le fa il Corano.

864
A man kills a sheep

Venezia – Carne macellata con rito islamico e cioè con recisione della trachea con conseguente dissanguamento a vivo dell’animale servita anche nelle scuole. L’hanno chiesto con forza e decisione un gruppo di genitori di religione islamica residenti a Mestre. L’insolita richiesta ha messo a disagio i Dirigenti scolastici preoccupati di dover riorganizzare le tabelle dietetiche degli alunni iscritti alla mensa ma a mettere tutti in buona pace, ci ha pensato l’assessore alle attività produttive del Veneto, Roberto Marcato che non avanzerà nessun cambiamento nel menu.

Il un video pubblicato su Facebook, il politico esprime la sua indignazione sul metodo crudele usato in questa pratica – “Trovo la macellazione halal di una atrocità assoluta,- ha detto Marcato, – per cui cari musulmani, se voi volete la carne macellata con rito halal, l’andate a mangiare nei vostri paesi, dove il Corano determina le vostre norme. Qui invece, – continua l’assessore – nel paese dove state vivendo attualmente e cioè l’Italia, le leggi non le fa il Corano, ma le fa la Regione, il Parlamento, e non un libro religioso.” 

Marcato condanna la macellazione halal ma tira in causa gli animalisti

“A tutti gli animalisti “terzomondisti” che ogni anno a Pasqua vanno a fare i sit-in e bloccano le macellerie per difendere le macellerie per difendere i poveri agnellini. Fatemi capire…“terzomondisti di prima fascia”insulta l’assessore– se l’animale viene ucciso da un musulmano non soffre? Se l’agnello viene ucciso da un macellaio italiano non va bene ma da un musulmano che trucida gli animali si?”

Probabilmente Roberto Marcato non è abbastanza informato sul fatto che gli animalisti in genere sono vegani e già questo fatto non giustifica proprio alcun tipo di macellazione. Inoltre da decenni sono state depositate centinaia di petizioni contro la macellazione sia halal che kosher. Così me sono stati organizzati centinaia di presidi anche di fronte alle macellerie islamiche e ai macelli. Invitiamo Marcato ad un confronto sereno e costruttivo con gli animalisti, i quali scelgono un’alimentazione etica e sono gli ultimi che meritano critiche e sdegno per il loro attivismo volto al rispetto di tutti gli animali.

LASCIA UN COMMENTO