E’ stato ucciso Kaos, il cane eroe che ha salvato i superstiti del terremoto di Amatrice

Il veleno non gli ha dato scampo ed ha ucciso un cane eroe amato da tutta l'Italia.

343
Immagine Facebook

Salvava le persone e bastava questo fatto per meritarsi solo gratitudine, amore e rispetto, ma qualcuno lo ha avvelenato senza pietà. Kaos il cane eroe di Amatrice non ce l’ha fatta.

“Presenteremo una denuncia per l’uccisione di Kaos il cane eroe di Amatrice, Norcia, e Campotosto” – ha detto Rinaldo Sidoli, portavoce di Animalisti Italiani Onlus. – “È vergognoso che in Italia non vi siano controlli rigorosi per chi acquista veleni o fitofarmaci, per i quali chiediamo la vendita solo dietro prescrizione. Così come è inaccettabile che quando i colpevoli vengono individuati, gli viene comminata una blanda pena economica. Per questo stiamo lavorando con il nuovo Parlamento per l’inasprimento delle pene.”

Il corpo ormai esanime del povero cane, è stato ritrovato ieri a mezzo giorno circa, dal suo proprietario e istruttore cinofilo Fabiano Ettore che non riesce a darsi pace per la tragica morte del suo migliore amico e scrive – “Tu persona di merda spero non potrai avere pace finché vivrai .. mi hai tolto la cosa più preziosa e che Dio la.possa togliere a te devi morire tu avvelenato …. lo hai tolto ad una comunità intera… si perché lui ha salvato vite spero che non ne avrai mai bisogno Ciao amico mio !!!!! Hai lasciato un vuoto incolmabile per mano di una persona meschina .. continua il tuo lavoro lassù continua a cercare dispersi, a salvare vite umane… Non provare odio per chi ti ha fatto ciò, anzi se un domani avrà bisogno aiutalo sii superiore e quanto ti guarderà negli occhi e vedrà che sei tu il suo Salvatore morirà lentamente da solo…. Kaos ne abbiamo viste tante … aiutati tanti e tanti non ci siamo riusciti… hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato .. sei stato un amico fedele abbiamo condiviso e diviso casa.. divano .. tutto .. corri amico mio corri non ti fermare un giorno ci abbracceremo nuovamente.”

Kaos oltre ad aver trovato sotto le macerie del terremoto di Amatrice numerose persone, ultimamente aveva ritrovato una persona dispersa a Roio. L’uomo aveva sentito abbaiare il cane intorno alle 10 del mattino, due ore prima del suo avvelenamento. 

Animalisti Italiani Onlus, promette battaglia per ottenere giustizia e per trovare il criminale che ha compiuto un gesto così efferato su un cane eroe amato da tutta l’Italia. “Ci riusciremo solo cambiando le leggi” – ha ribadito Sidoli, ” Il Parlamento deve mettere mano sull’attuale ordinamento in materia di tutela degli animali per inasprire le pene per chi maltratta e uccide queste anime innocenti.”

Riposa in pace Kaos, angelo a quattro zampe, ti saremo sempre grati per essere stato un esempio di umanità, quella che è invece mancata a chi ti ha avvelenato. In questo video  Kaos quando era operativo:

LASCIA UN COMMENTO