E’ morta per il troppo dolore la compagna del cigno ucciso a bastonate a Recoaro

Il cigno femmina non ha retto a tanto dolore e si è lasciata morire

3674

Vicenza – Era prevedibile. Lo avevamo detto due giorni fa, i cigni sono monogami e scelgono un unico compagno per tutta la vita. Quattro giorni fa, uno psicopatico uccise il cigno maschio che viveva da sempre nel parchetto in centro città, a Recoaro, insieme alla sua dolce metà. 

Oggi la triste notizia che un po ci aspettavamo ma che mai avremmo voluto scrivere. L’esemplare di cigno femmina, nella serata di ieri, domenica,  è stata trovata morta in acqua, si è spenta così, con la testa china da un lato nello specchio d’acqua che era la casa anche del suo innamorato. Non è stato nessuno questa volta. Semplicemente l’animale ha iniziato a non mangiare più, a lasciarsi andare per il troppo dolore. E’ morta d’amore. 

E’ stato il Sindaco Davide Branco a ritrovare il cigno in acqua privo di vita e a recuperarlo. Anche il suo corpo verrà consegnato all’istituto Zooprofilattico per le dovute analisi di accertamento. “Entro pochi mesi, come abbiamo promesso, metteremo le telecamere di video sorveglianza” – ha detto il sindaco. 

Nel laghetto vivono anche altri cigni, ma per lei esisteva un solo grande amore. Il forte shock che ha vissuto nel vederlo morire a colpi di bastone unito alla sua mancanza, l’hanno tormentata fino a farle perdere la voglia di vivere. Ci piace pensare che ora i due cigni siano di nuovo insieme e si amino di nuovo, proprio come prima, lassù dove un c’è un laghetto di mille colori, oltre il ponte dell’arcobaleno. 

LASCIA UN COMMENTO