Due cacciatori vanno in Ungheria per la caccia grossa ma uno inciampa e uccide l’altro

Tragedia tra due cacciatori trentini in Ungheria: inciampa su una torretta e accidentalmente uccide il compagno di caccia.

1266

M.C., di 48 anni e il compagno di caccia di 60 anni, qualche giorno fa, erano partiti alla volta dell’Ungheria, dove non c’è controllo e si può cacciare senza limite numerico e di specie. I due cacciatori residenti a Lavarone , nel Trentino, una volta giunti nei boschi della provincia di Györ, si sono incamminati verso una altana ma uno dei due, il 60enne, non ha visto bene il primo piolo e quando è inciampato ha fatto partire accidentalmente uno sparo dritto dal suo fucile in direzione del petto del compagno, uccidendo M.C. sul colpo.

LEGGI ANCHE:  Ora tocca ai cinghiali e sarà strage in Lazio: parte il piano di contenimento della specie

La tragedia è’ accaduta sabato sera poco prima delle 20.00 tra Bakonysàrkàny e Aska, a nord del lago Balaton. Dopo l’incidente, l’uomo che ha sparato è stato fermato e arrestato dalle forze dell’ordine con l’accusa di omicidio.

LASCIA UN COMMENTO