David Gilmour, dei Pink Floyd, mette all’asta le sue chitarre per salvare il clima: è il prezzo più alto della storia

La sua chitarra nera ha battuto in assoluto tutte le aste diventando la chitarra più costosa della storia.

162

David Gilmour, chitarrista, cantante e compositore della rock band dei Pink Floyd, ha stabilito un record la settimana scorsa quando ha messo all’asta 126 chitarre e raccolto 21,5 milioni di dollari per ClientEarth, un gruppo di diritto ambientalista senza scopo di lucro dedicato a combattere la crisi climatica globale.

Secondo quanto riporta Christies, la casa d’aste londinese che ha ospitato la vendita a New York, l’asta è durata più di otto ore e ha ricevuto offerte da oltre 66 paesi.

“La crisi climatica globale è la più grande sfida che l’umanità dovrà mai affrontare e tra pochi anni gli effetti del riscaldamento globale saranno irreversibili”, – ha scritto Gilmour su Twitter . “Come ha affermato Greta Thunberg, la sedicenne attivista svedese per il clima in un discorso all’inizio di quest’anno, o scegliamo di andare avanti come civiltà, o non ci sarà più niente da fare “. La scelta è davvero semplice, e spero che la vendita di queste chitarre aiuti ClientEarth a utilizzare la legge per realizzare un vero cambiamento. Abbiamo bisogno di un mondo civilizzato che vada avanti per tutti i nostri nipoti e oltre in cui queste chitarre potranno ancora essere suonate e le canzoni potranno essere cantate.”

Vendita record

Il pezzo forte dell’asta era l’iconica Fender Stratocaster nera – soprannominata “Black Strat” ​​- con la quale Gilmour registrava gli album più venduti della band, tra i quali “The Dark Side of the Moon”, “Wish You Were Here” e “The Wall”. “.

La chitarra è stata valutata per la prima volta da 100.000 a 150.000 dollari, ma l’implacabile offerta ha spinto il prezzo a una vendita record mondiale per una chitarra all’asta, pari a 3.975.000 dollari.

Il proprietario di Indianapolis Colts Jim Irsay, ha fatto l’offerta vincente per la Black Strat.  L’amministratore delegato di ClientEarth, James Thornton, ha definito la donazione “davvero straordinaria”.

“La legge è uno degli strumenti più potenti che abbiamo per affrontare i crescenti problemi ambientali del mondo”, – ha affermato . “Questo dono è una spinta fenomenale al nostro lavoro che usa la legge per affrontare il cambiamento climatico e proteggere la natura, consentendoci di giocare un ruolo ancora più grande nell’affrontare la crisi climatica e assicurare un pianeta sano per le generazioni future”.

LASCIA UN COMMENTO