Home Salute CUMINO NERO: LA CURA PER OGNI MALATTIA

CUMINO NERO: LA CURA PER OGNI MALATTIA

Cos’è la Nigella Sativa:

Il Cumino Nero è originario della regione mediterranea del nord Africa, ma cresce anche in Turchia e in Oriente.

È una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Ombrellifere.

I fiori, che si sviluppano in estate, sono di colore bianco, con sfumature azzurrognole;
i frutti sono rigonfi e contengono  piccoli semi neri.

I semini sono la parte che maggiormente si utilizza; si possono
consumare crudi o come spezia, o tostati e inseriti nelle varie ricette.
Da essi si ricava anche un olio che contiene oltre 100 elementi che lavorano insieme sinergicamente.

L’olio essenziale esplica la maggior parte delle azioni
terapeutiche: antibatterico, antivirale, rilascia ormoni e sostanze
messaggere ed attraverso i vasi linfatici purifica il sangue
(essenziale in presenza di qualunque malattia).

In India come in Cina, l’olio di Cumino nero viene usato come un
“antibiotico naturale”, durante un Congresso Internazionale sul cancro a
Nuova Delhi si è parlato del suo effetto anti-tumorale.

I semi neri hanno le seguenti caratteristiche:

Sono amari,dal sapore pungente, simile alla cipolla, con un aroma
leggermente fruttato. Termo genici,  carminativi, diuretici,
antibatterici, antinfiammatori, deodoranti, appetitosi,
digestivi,febbrifughi, stimolanti, ed espettoranti.

Hanno un profilo chimico alquanto interessante:

–          35% di carboidrati,

–          35 -45% di oli vegetali e grassi Omega 3 e Omega 6,

–          20% di proteine,

–          0,5- 1,5% olio essenziale,

–          oligoelementi ed enzimi.

PRINCIPI ATTIVI CONTENUTI NEL CUMINO NERO

 – acidi grassi dell’estratto olio.

L’olio di semi della Nigella può essere paragonato all’olio di
borragine e l’olio di primula per il suo alto contenuto di acidi grassi
essenziali che combinati con l’olio volatile, formano  E1 prostaglandina, importante per armonizzare il sistema immunitario e impedire il raggruppamento di piastrine nel sangue (trombosi).

– 56% di acido linoleico,
– 
24,6% di acido oleico,
– 12% di acido palmitico,
– 3% di acido stearico,
– 2,5% di acido eicosadienoico,
– 0,7% di acido linolenico,
– 0,16% di acido miristico.

  • Omega 6 e : il cui rapporto dovrebbe essere sempre di 3:1 
    Nei semi della Nigella non troviamo questo rapporto, tuttavia si crea lo stesso effetto e cioè la produzione di prostaglandine E1. Gli studi hanno determinato, che questo è probabilmente indotto dall’elementothymoquinone.
  • Thymoquinone.  È un antiossidante naturale, che inibisce la formazione di prostaglandine indesiderate, è anti-infiammatorio e
    ha un effetto di abbattimento del dolore. Ha anche un effetto
    coleretico (stimola la produzione della bile) , metabolizza i grassi e
    aiuta la disintossicazione. Ha un effetto dilatatorio dei bronchi, è di protezione contro gli attacchi d’asma, inibisce
    la secrezione d’istamina e naturale potrebbe essere una vera
    alternativa per le terapie a base di cortisone per chi soffre di allergie.

    • Nigellon. Ha un’azione bronchio-dilatatore, antispastico per cui indicato nel trattamento dei disturbi respiratori come l’asma e la pertosse.
      .
    • Saponina Melathin. E’ una antiparassitario naturale. Ha
      forti proprietà di pulizia ed è utilizzato come lassativo e per
      distruggere i parassiti. È adatto, soprattutto, per la distruzione dei
      parassiti nei bambini.
      Negli alimenti favorisce l’assorbimento delle sostanze nutritive e
      aumenta la secrezione (mucolitico ed espettorante ). Stimola l’appetito e
      la digestione , grazie al suo principio amaro, promuovendo la pulizia intestinale profonda.
    • VITAMINE E SALI MINERALI:
    • Vitamina B2
    • Tiamina (vitamina B1). 
    •  Niacina (Vitamina B3).
    • Selenio.
    • B-Carotene
    •  Arginina che è essenziale per la crescita infantile.
    • 15  amminoacidi, inclusi i nove amminoacidi essenziali.
    •  calcio, ferro, sodio e potassio.
      COME AGISCE IL CUMINO NERO?

      Il cumino è considerata una spezia particolarmente ricca di ferro.
      Viene considerata una spezia dal potere riscaldante, adatta ad essere utilizzata durante la stagione invernale.

      Usata come coadiuvante in molti casi:

      infiammazioni, dolori mestruali, dolori reumatici, asma, malattie
      della pelle, eczema, micosi, problemi di digestione, diminuzione di
      energia, acne, aumento dei globuli rossi, bronchite cronica, candida
      albicans, cardiaca (dopo infarto o prevenzione), chemioterapia (dopo),
      colesterolo, colica intestinale, infiammazione del colon, difficoltà di
      concentrazione, crampi intestinali, crosta lattea, debolezza di
      circolazione, debolezza immunitaria, svogliatezza, depressione (disturbi
      ormonali), diabete, emorroidi, frigidità, gastrite, gonfiore,
      impotenza, infezioni, infiammazioni.

      –           Ripristina i valori glicemici e rinforza le difese
      immunitarie: partecipa alla stimolazione del midollo osseo e alla
      produzione delle cellule immunitarie;  stimola la generazione dell’interferone,
      protegge le cellule normali dagli effetti dei virus; contrasta la
      riproduzione delle cellule tumorali e aumenta il numero delle cellule B,
      produttrici degli anticorpi.

      –           Il consumo di cumino, sottoforma di infuso,  viene
      considerato utile per contrastare i gonfiori addominali dall’azione
      sedativa;  utile anche nelle affezioni catarrali;  per favorire il
      flusso mestruale e nella dismenorrea.

      –          L’azione diuretica, inoltre, contribuisce a limitare la ritenzione idrica premestruale.

      –          A causa del suo alto contenuto di  acido alfa -linoleico, alla Nigella vengono attribuiti effetti positivi in caso di dermatiti normali e neurodermatiti.

      –          I preziosi grassi acidi essenziali insaturi, nutritivi e
      lenitivi, offrono spiccate capacità purificanti e anti-infiammatorie.

      Articolo tratto dal blog Pianetablunews

LASCIA UN COMMENTO