Cane lasciato sul balcone per ore si lancia nel vuoto per la disperazione

Inizia la conta per gli animali morti di caldo e incuria. Un cane lasciato solo sul balcone al sole in un condominio di Milano si è lanciato dal terzo piano ed è morto.

1234

Per il cane rinchiuso da ore sul balcone di Via Abbadesse a Milano l’incuria è stata fatale. Il povero quattro zampe non ce l’ha più fatta, senza un riparo, senza acqua e cibo e soprattutto con una calura insopportabile che lo ha arso vivo tanto da non sapere più dove mettere le zampe nel pavimento bollente. Il povero cagnolino dopo aver perso la voce per gridare aiuto, si è visto senza speranza e per non soffrire più, sabato pomeriggio si è lanciato nel vuoto dal terzo piano di un condominio.

Il cane non era nella sua casa. Semplicemente era stato affidato per tre giorni ad una amica della proprietaria ma probabilmente l’amica non era poi così tanto amica  e appena si è ritrovata da sola con il cane, ha pensato bene di schiaffare l’animale in terrazza così da toglierselo subito di torno. “L’amica da dimenticare”, ha lasciato la porta del terrazzo socchiusa, quasi per dare a vedere a chi stava fuori che il cane poteva entrare ma in realtà dietro alla porta c’era uno stendi biancheria ben incastrato sotto alla maniglia che ostruiva il passaggio e che il quattro zampe non è riuscito a smuovere. Ora verrà eseguita un’autopsia per quantificare i danni sul cane e per la donna per quel che vale, scatta la denuncia. 

 

LASCIA UN COMMENTO