Cacciatore spara al cinghiale ma l’animale non muore: si rialza e gli sbrana la gamba

Il cacciatore non è riuscito a sparare il colpo finale, il cinghiale gli è piombato addosso.

99058

Firenze- Questa volta ad avere la meglio è stato il cinghiale anche se se n’è andato via con una pallottola in corpo. Il cacciatore ha mancato il colpo di grazia, così il cinghiale ha avuto il tempo di rialzarsi per poi raccogliere le forze caricarlo di tutta forza.

L’animale ha puntato alla gamba e ha azzannato la coscia e il polpaccio del cacciatore provocandogli delle gravi ferite. Il singolare episodio è accaduto ieri mattina, nei boschi di Reggello. Alla battuta di caccia al cinghiale, erano presenti un gruppo di cacciatori tra i quali l’uomo poi ferito, di anni 47. Il cacciatore è stato soccorso dai volontari del 118 che lo hanno trasportato in all’ospedale di Ponte a Niccheri, in codice rosso. Sembra non sia in pericolo di vita ma le ferite sono gravi.

Accertamenti sono ancora in corso per ricostruire la vicenda da parte dei carabinieri forestali ma i compagni di caccia hanno raccontato di aver visto l’amico sparare all’animale, senza riuscire ad abbatterlo. Il cinghiale si è rivoltato per difendersi e lo caricato continuando a morderlo al polpaccio e su una coscia. L’animale è poi  riuscito a scappare in mezzo al bosco verso la libertà.

LASCIA UN COMMENTO