Cacciatore cade dal dirupo con il camoscio appena ucciso sulle spalle

Un cacciatore è morto nel pomeriggio di tre giorni fa, in seguito a una caduta in un dirupo a Courmayeur, in Valle d'Aosta.

5140

Sul posto è intervenuto il Soccorso alpino valdostano e la guardia di finanza di Entreves per il recupero del corpo.

A riportare la tragica notizia è Repubblica di Torino. La vittima è un uomo di 57 anni, di La Salle (Aosta). Insegnante di educazione fisica, era membro della sezione venatoria di Pré-Saint-Didier. Sono stati gli stessi familiari di Luksch, rimasti più a valle, ad assistere all’incidente e a dare l’allarme. L’uomo lascia la moglie e un figlio che frequenta la scuola primaria. Luksch era impegnato, da solo, in una battuta di caccia al camoscio. Poco prima di precipitare aveva chiamato altri cacciatori della sezione di Pré-Saint-Didier per far sapere che si trovava in zona.

LEGGI ANCHE:  Uomo non vuole che il cacciatore spari vicino a casa sua e questi gli spara

La dinamica dell’incidente è al vaglio del Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves. L’incidente è avvenuto mentre Luksh stava percorrendo il versante Nord del Mont de la Saxe per riportare a valle il camoscio che gli era stato assegnato e a cui aveva sparato poco prima.

Dopo aver sparato all’animale, Luksch era sceso fino al parcheggio per lasciare in auto il fucile e altro materiale. Quindi si era di nuovo incamminato per tornare in quota e prendere il camoscio ma non è mai tornato al parcheggio.

LASCIA UN COMMENTO