Arriva al tg1 l’inchiesta di Animal Equality e di Essere Animali sugli allevamenti intensivi dei polli

Troppi farmaci negli allevamenti intensivi di polli. La notizia sulla attenta inchiesta di Animal Equality e di Essere Animali, approda nel TG1.

92

Polli bombardati di antibiotici in soli sei settimane. Una quarantina di giorni in cui si ingrassa velocemente il pollo soprattutto in virtù di una selezione genetica che accontenta il mercato ma che deforma gli animali. Fino a 240 mila polli in singoli edifici, una ressa che aumenta il rischio di malattie e gli attivisti filmano tutte le confezioni di medicinali. Si tratta di farmaci consentiti dalla legge ma l’utilizzo eccessivo di antibiotici negli allevamenti è ormai un’emergenza mondiale che ha contribuito alla creazione di batteri resistenti come ricorda la rivista Science. In Italia il 70% degli antibiotici venduti è usato proprio nell’ambito veterinario.

“Il problema” – dice Giuseppe Diegoli, responsabile dell’Area sanità veterinaria e igiene degli alimenti nella regione Emilia Romagna, – “è quello della trasmissione di resistenze tra germi patogeni o commensali, dalle filiere zootecniche all’uomo.”

Negli allevamenti intensivi, gli attivisti hanno filmato immagini sotto copertura in cui si vedono i lavoratori mentre deridono gratuitamente gli animali e li sbattono con tutta forza contro il muro. Inutili violenze, che il tg 1 dice, è meglio non mostrare per intero ma che sono visibili nell’inchiesta pollo 100% italiano dove è possibile anche firmare una petizione.

LEGGI ANCHE:  Sono 100 milioni all'anno, gli squali uccisi col "finning" il metodo che taglia le pinne

Simone Montuschi, portavoce di Essere Animali è deciso nel portare avanti la denuncia sul maltrattamento dei polli: – “Entrambe le organizzazioni, continueranno a documentare le condizioni degli animali negli allevamenti intensivi, perchè crediamo che le persone abbiano il diritto di vedere queste immagini per poter scegliere.”

Noi scegliamo per la vita. E tu?

 

LASCIA UN COMMENTO