28 maggio: evento di Pet Levrieri per fermare l’esportazione dei greyhound irlandesi in Cina

73

Dal 26 maggio al 2 giugno si terrà in Cina una campagna internazionale, organizzata dalle principali associazioni antiracing nel mondo (Caged NW, Greyt Exploitations, GREY2K Usa WorldWide,ARAN, Anima Macau, tra cui Pet levrieri) per richiamare l’attenzione sull’esportazione di greyhound dall’Irlanda al cinodromo di Macao in Cina, il cinodromo più letale al mondo, da cui nessun cane esce vivo.

greyhound irlanda

A parlarne è Pet Levrieri “ogni anno,” spiega l’associazione che cerca senza sosta di salvare i cani, “circa quattrocento greyhound vengono soppressi, ogni cane corre quattro volte a settimana e se finisce cinque volte di fila fuori dai primi tre classificati viene soppresso. Non c’è speranza per i greyhound che entrano nel cinodromo di Macao: solo tre cani sono usciti vivi da lì e sono stati adottati e parliamo dell’anno 2012 da allora tutti gli altri cani hanno concluso la loro vita all’interno del cinodromo.”

In queste ultime settimane nove greyhound irlandesi sono stati spediti in questo cinodromo. Un tentativo di spedirne altri 24 è stato bloccato in questi giorni grazie all’intervento di Caged Northwest, un’associazione antiracing inglese e alla mobilitazione che ne è seguita.

I greyhound irlandesi sono costretti a viaggiare per chilometri e chilometri in paesi dove non ci sono leggi sul benessere animale. Circa l’80% dei cani vengono inviati in Gran Bretagna dall’Irlanda, ma molti altri vengono trasportati in paesi come il Pakistan dove non c’è nessun tipo di legge che tuteli gli animali la cui sorte è segnata  dalla sofferenza e dalla morte. Non va meglio per i cani che vengono spediti in Cina. Allevatori Irlandesi,  in accordo con gli allenatori, inviano i cani in Cina, dove la morte è imminente. Sembra che ci non ci sia alcun limite per quello che è il settore delle corse, trascurando il benessere di questi cani altamente sensibili.

Il Governo irlandese e del Regno Unito non ha mai impedito questo sporco traffico di greyhound dal proprio paese all’estero per una sorta di comodità economica. Pare infatti che i cani siano in sovrannumero e venderli a chiunque li voglia comprare senza preoccuparsi tanto della mera sorte del cane, sia un’ottima fonte di guadagno.

2-campagna-MACAO_WEB-1-640x300Per questi motivi Pet Levrieri in qualità di referente per ciò che concerne la mobilitazione in Italia, sabato 28 maggio a Cesate (Milano), organizzerà un evento importante per dire stop al traffico dei greyhound. All’interno di questa giornata, saranno consegnati 20 greyhound e lurcher alle famiglie adottive, provenienti dai rifugi Limerick Animal Welfare, Erin Hounds e Galwa SPCA.  Alla manifestazione di Cesate,  ne seguiranno altre in varie città italiane. Il 2 giugno sarà possibile partecipare all’incontro a Torino, Genova, Como, Pisa, Ferrara, Treviso e Napoli.

Pet Levrieri ha steso un vademecum per seguire iniziative e firmare le petizioni per contrastare l’esportazione dei greyhound irlandesi. Segui e partecipa anche tu a questa importante iniziativa per salvare i greyhound.

 

LASCIA UN COMMENTO