1.500 tartarughe nascoste dentro alle valigie tra i vestiti ritrovate all’aeroporto di Manila

La polizia filippina ha ritrovato più di 1.500 tartarughe vive avvolte in nastro adesivo all'aeroporto di Manila.

436

Filippine – Se tutto filava liscio per i trafficanti, le tartarughe potevano essere vendute per un valore che supera i 4,5 milioni di pesos, pari a 86,631 dollari. Domenica scorsa, un totale di 1.529 tartarughe di diverse specie, sono state trovate in quattro valigie non reclamate all’aeroporto di Manila. I rettili erano stati legati uno a uno con del nastro adesivo e nascosti tra i vestiti ed erano ancora vivi.

La polizia crede che i bagagli siano stati abbandonati dopo che i vettori hanno scoperto che le sanzioni per il traffico illegale di animali selvatici sono molto elevate e hanno preferito rinunciare al rischio. Se catturati, potrebbero affrontare due anni di carcere e una multa fino a 200.000 pesos. 

Alcuni degli animali facevano parte delle tartarughe rare e protette tra cui le tartarughe stellari, tartarughe rosse, tartarughe sulcate e tartarughe dalle orecchie rosse riconosciute come vulnerabili nella lista rossa delle specie minacciate della IUCN. 

La polizia del controllo doganale, ha detto che i rettili sono stati lasciati a terra da un passeggero filippino che era a bordo di un volo della Philippine Airlines da Hong Kong.  Gli animali sono stati ora consegnati all’Unità di monitoraggio di traffico naturale.

Le tartarughe sono spesso tenute come animali domestici esotici, ma a volte sono anche usate nella medicina tradizionale o servite sotto forma di prelibatezze in tutta l’Asia. La loro carne è considerata un afrodisiaco, mentre le ossa ridotte in polvere vengono impiegate nella medicina tradizionale cinese. La scorsa settimana, 3.300 tartarughe dal naso porcellino, sono state introdotte illegalmente in Malesia via mare, ma questo tentativo  per fortuna è stato intercettato dall’agenzia marittima della Malesia.

LASCIA UN COMMENTO