Anziano cacciatore uccide il cane a colpi di bastone: non era bravo a cacciare

34

A Pasian di Prato, in provincia di Udine, un cacciatore di ben 85 anni, ha ucciso a colpi di bastone il suo cane

cane-bretone
Immagine pubblica: cane bretone uguale a quello ucciso

 

Udine – La durata della sua veneranda età non gli è bastata per imparare a portare rispetto agli animali e così un anziano cacciatore ha pensato che l’unico modo per liberarsi di un cane per niente in grado di cacciare, era quello di punirlo e  di mettere fine alla sua vita a suon di bastonate, fino a farlo morire.

Ad incastrare l’uomo nella giornata di lunedì 19 settembre, è stato un testimone che purtroppo non ha fatto in tempo a salvare il povero cane, reo di non essere abbastanza bravo a catturare le prede colpite dal cacciatore.

Quando la polizia è giunta presso la residenza dell’uomo, quello che hanno trovato era un povero cane con il cranio fracassato e ormai morto. Per l’uomo, la cui vita valeva sicuramente meno di quella del cane, è scattata la revoca del porto d’armi per uso venatorio. Il cacciatore è stato denunciato per maltrattamento di animali con l’aggravante del decesso ma come ben sappiamo, la legislazione italiana risponde con pene esigue per chi maltratta gli animali.

LEGGI ANCHE:  CANE CON LA TESTA INTRAPPOLATA IN UN VASO DI LATTA SENZA MANGIARE PER GIORNI VIVO PER MIRACOLO.

Il reato di maltrattamento prevede da 3 a 18 mesi di carcere o un’ammenda pecuniaria che va da 5.000 euro a 30.000 euro, solitamente con pena sospesa. Ossia nessuno fa un giorno di carcere. Diversamente, in altre nazioni europee come Francia, Germania, Svizzera e Svezia, oltre alla sanzione si aggiunge la detenzione certa in carcere per gli aguzzini.  Certo che ad 85 anni facendo due conti, il cacciatore spietato non avrebbe mai trascorso tanto tempo in carcere ma è sconfortante sapere che stando alla legge italiana per questo tipo di reati, non trascorrerà nemmeno una notte nella cella di un istituto penitenziario. Chissà se un giorno cambierà mai qualcosa per chi usa violenza verso gli animali, esseri  innocenti e indifesi che meritano giustizia e rispetto.

 

LASCIA UN COMMENTO